Le lacrime di Xarma

Addio mia bella fattoria

Gabil Kron de Khun-Khuzd

L’elfo e l’umano sono tornati in città sperando di riuscire ad entrare. Speriamo riescano, almeno questa volta, a trovare questo “gancio”. Gli brauzag della fattoria hanno provato ad attaccarci. Qualcuno è morto, peccato.

Dei tizi, in piena notte, hanno contattato la fata. Da quel che ho capito sono degli “ammiratori”, o almeno così li hanno definiti. Per me sono esaltati, fanatici di una missione che ha altro a che vedere con i loro beceri scopi.

Quella barathaz der drakh ha sterminato quei poveretti…senza motivo. Abbiamo dovuto simulare un furto e incendiato la casa, sperando che basti a coprire le nostre tracce.

Siamo arrivati alla Scala dei Giganti, il posto è molto suggestivo…peccato i cadaveri nella fossa davanti la città. Anche questo posto non è amichevole. Speriamo arrivi Dubries e che sia ragionevole.

Dubries non si è presentato, in compenso è arrivata questa “Celyn”, una dug brizag. Non mi piace, ha qualcosa in mente. Dice che ha intercettato la nostra lettera prima che arrivasse a Dubries, che se l’avesse letta lui ci avrebbe ucciso orribilmente con il suo esercito. Ci farà entrare in città, dice di avere il nostro stesso obiettivo, per il “bene della gente”. Accetteremo l’offerta, ma non mi fido.

Comments

Noxus

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.